Araldica di Venezia


 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Baronia di Castellavazzo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Paftunij
Admin
avatar

Messaggi : 371
Data d'iscrizione : 03.05.10

MessaggioTitolo: Baronia di Castellavazzo   Gio Mag 06, 2010 10:07 am

Citazione :
Castellavazzo



Baronia di Castellavazzo

Blasonatura : Di rosso, alla torre d'argento bilaterale merlata con serpente d'oro sovrastante, fondata sulla campagna diminuita, di verde.

Attuale Possessore : Lucrezia Barberini detta "Ladyfair"

Nome degli Abitanti : Castellavazzesi o Castellani

Signorie Concesse : -

Cenni Storici

Castellavazzo è l'antico castrum laebatii dei romani della cui dominazione è rimasto un cippo, dedicato all'imperatore Nerone, ancora visibile in città.
Due scoscesi versanti montuosi, degradanti nel loro protendersi verso sud, cingono strettamente l'alveo del fiume Piave, fino alla forra sulla quale troneggia lo sperone di Castellavazzo dominato dall'antica Pieve.
In corrispondenza di questo preciso riferimento geografico ha inizio la Val Belluna, chiusa ad anfiteatro nella sua estrema propaggine settentrionale.



Ultima modifica di Paftunij il Lun Mag 13, 2013 7:09 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://cadorosav.warsforum.com
Boucicaut
Admin


Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 03.05.10

MessaggioTitolo: Re: Baronia di Castellavazzo   Sab Giu 12, 2010 12:05 pm

Nobilitazione del 5 Novembre 1457, dietro autorichiesta (in conformità con le leggi araldiche di quel periodo)


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Boucicaut
Admin


Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 03.05.10

MessaggioTitolo: Re: Baronia di Castellavazzo   Mar Lug 13, 2010 11:36 am

Citazione :




A tutti coloro che prenderanno visione od ascolteranno il presente documento, Saluti.


In virtù dei poteri conferitici dai vigenti statuti in materia araldica,

A causa dell'indisposizione del Re d'Armi San Marco,

In seguito alle votazioni effettuate all'interno del Capitolo Araldico riguardante le concessioni nobiliari del IX Doge di Venezia, Bianca Luce Asburgo d'Argovia detta ".Lilith",


Noi, Julien de Lancastre, Serenissimo Maresciallo d'Armi sotto il nome araldico di Boucicaut :


0 ratifichiamo e controfirmiamo la richiesta dell'Illustre Feudo di Mestre come feudo di pensionamento di Sua Grandezza Bianca Luce Asburgo d'Argovia di cui, come da regolamenti, ha diritto al termine del suo dogato bimensile.

L'Illustre Feudo di Mestre è dunque elevato al rango di Contea e viene conferito al IX Doge di Venezia che porterà :

D'azzurro alla croce d'argento cantonata nel primo dal leone di San Marco d'oro, nel terzo dalla lettera emme dello stesso, nel quarto dalla lettera f dello stesso.




0 respingiamo la proposta dell'Illustre Feudo di Pieve di Cadore per Lucrezia Barberini detta "Ladyfair", attuale Doge di Venezia ; la maggioranza degli araldi votanti ha infatti tenuto conto del fatto che, al termine del dogato che sta svolgendo, le spetterà comunque una contea.
Nondimeno, il capitolo ha ritenuto opportuna l'elevazione del suo feudo di Castellavazzo.

Lucrezia Barberini detta "Ladyfair" vede elevata la sua Baronia di Castellavazzo al rango di Viscontea e porterà :

Di rosso, alla torre d'argento bilaterale merlata con serpente d'oro sovrastante, fondata sulla campagna diminuita di verde.




0 respingiamo la proposta del Feudo di Stra come Viscontea per Tristan Mc Ewan di Foscari Widmann detto "Tristan__mcewan".
Per quanto i suoi meriti non siano certo discutibili, la maggioranza votante del Capitolo ha ritenuto che il suo tempo di permanenza all'interno della Repubblica (due mesi circa) è insufficiente per un feudo di tale rango.
Gli araldi hanno però considerato adeguata l'assegnazione di una Signoria.

Il feudo di Stra è dunque elevato al rango di Signoria e conferito a Tristan Mc Ewan di Foscari Widmann detto "Tristan__mcewan" che porterà :

D'azzurro alla fascia ondata di argento, colla campagna di verde.




0 ratifichiamo e controfirmiamo la nobilitazione di Roberto II di Sanseverino detto "Thai" a cui, come da richiesta, viene assegnato il feudo di Grisignana.

Il feudo di Grisignana viene dunque elevato al rango di Baronia e conferito a Roberto II di Sanseverino detto "Thai" che porterà :

D'azzurro all'avambraccio di carnagione tenente un giglio d'argento gambuto, al sole d'oro levante, al colle d'argento.

.


Perché nessuno dubiti della validità e della validità delle nostre parole, apponiamo il nostro sigillo vergando questa pergamena.


Ainsi soit-il.


Fatto il Sesto Giorno del Mese Settimo dell'Anno di Grazia Mille Quattrocento Cinquantotto a Ca' d'Oro.






Citazione :
[rp]Serenissimo Re d'Armi,
preso atto della decisione di non concedere una Contea per meriti cosi come richiesti e descritti dal Doge mio predecessore, che riporto per completezza
Citazione :
Lucrezia Barberini, detta Ladyfair :
Lucrezia, alla sua terza presenza nel Consiglio della Repubblica si è dimostrata persona degna di fiducia in ogni compito a lei assegnato.
Ottimo giudice ed impeccabile giurista, si è trovata a gestire la creazione e formazione della Consulta dei Quarantia, organo collegiale con funzioni consultive e giurisdizionali, di cui è non solo tra i membri fondatori, ma anche Presidente.
Questa sua esperienza in ambito legale è dovuta anche ad un lungo periodo di lavoro, nell'ordine dell'anno, in qualtà di Cancelliere CAI.
Come Serenissimo Giudice ha lavorato con massima serietà, interpretando chiaramente le leggi e valutando le imputazioni magistralmente. Grazie alla sua solerzia e alla decisione di infliggere pene pecuniarie al posto di multe, ha fatto recuperare alla Repubblica un notevole quantitativo di ducati.
Ha sorvegliato con accuratezza le sentenze da eseguire, spesso aiutando i VicePrefetti nel loro lavoro.
Grazie alla sua esperienza, siamo riusciti a portare correzioni formali e sostanziali al C.I., eliminando gli errori macroscopici, le improprietà sostanziali e le imperfezioni formali, preparandone inoltre una versione definitiva pronta per la pubblicazione.
Si è sempre offerta a qualunque mia richiesta, così da occupare in situazioni di emergenza anche le cariche di Prefetto, grazie alla sua esperienza in Camera Prefettizia durante il mandato del Marchese Dirck Cornelio Laban di Foscari Widmann dove ha dimostrato abile maestria in quel difficile ruolo, e Ministro del Commercio, grazie alla sua lunghissima esperienza che l’ha portata ad essere per ben sei volte Sindaco della sua città (spesso rendendola fiorente dopo situazioni disastrose, come le casse in forte deficit o la totale mancanza di asce) .
Nonostante i suoi innumerevoli impegni, non è mai venuta meno ai suoi doveri in Caserma, dove è sempre stata presente e ricopre il grado di Comandante, dove ha tenuto quotidianamente aggiornata la situazione dei briganti tenuti sotto controllo.
E' stata una collaboratrice fondamentale, sempre presente e disponibile.
Visto il suo lungo e continuato impegno per la Serenissima, chiedo che le venga affidata una Contea degna della sua dedizione
.


Noi, Lucrezia Barberini, Baronessa di Castellavazzo, preso atto che questo Collegio non ritiene la nostra persona meritevole di quanto richiesto, respingiamo la decisione di questo Collegio di elevare la nostra Baronia a Viscontea, ritenendo che ove non ci siano meriti, non debba esserci, per trasparenza ed equità, riconoscimento alcuno, apparendo pretestuosa la motivazione circa la presunta carica di Contessa che sarà affidata a fine mandato.
Pertanto poichè al solo giudizio del Serenissimo Popolo Noi abbiamo sempre sottoposto e sottoporremo il nostro operato, e non all'ottenimento di cariche e blasoni, rifiutiamo il titolo di Viscontessa e manterremo il titolo di Baronessa di Castellavazzo, come è giusto che sia, in caso di mancato riconoscimento dei meriti esposti dal Doge.
Continueremo pertanto a fregiarci del nostro titolo di Baronessa e del nostro blasone.

Venezia 7 luglio 1458

Sua Serenità Lucrezia Barberini
Baronessa di Castellavazzo



[/rp]



Citazione :
A coloro che la presente leggeranno o si faranno leggere, Saluti e Pace.


Con la Presente, Noi, Julien de Lancastre detto "Miglia Le Sarcastique", Serenissimo Maresciallo d'Armi sotto il nome araldico di Boucicaut, in vece del Re d'Armi San Marco, che al momento si trova in condizioni di indisposizione che lo costringono all'assenza, dichiariamo quanto segue :


    in conseguenza alla missiva inviataci da Sua Serenità Lucrezia Barberini detta "Ladyfair" in cui appariva chiara e netta la volontà di rifiuto dell'elevazione a Viscontea del suo possedimento di Castellavazzo,

    il Feudo di Castellavazzo rimane dunque al rango nobiliare di Baronia e non riceve alcuna elevazione di sorta.
    Le relative armi saranno dunque timbrate con la corona baronale, come in precedenza, e saranno blasonate in questo modo :

    Di rosso, alla torre d'argento bilaterale merlata con serpente d'oro sovrastante, fondata sulla campagna diminuita di verde.




Perché nessuno metta in dubbio la validità e la veridicità di questo scritto, verghiamo questa dichiarazione col nostro sigillo.

Ainsi soyt-il.

Fatto a Ca' d'Oro il Tredicesimo Giorno del Mese Settimo dell'Anno di Grazia Mille Quattrocento Cinquantotto.



Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Baronia di Castellavazzo   

Tornare in alto Andare in basso
 
Baronia di Castellavazzo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Araldica di Venezia :: IL PALAZZO :: IN RIFACIMENTO - Chiostro della Nobiltà :: Bellunese-
Andare verso: